Dott. Lucio Favaro – Cari amici fibromialgici…

Care amiche/i,
la pandemia dovuta al famigerato Covid-19 non è ancora finita.

Siamo alle porte della fase 2 e sicuramente ci sarò per potervi dare una mano a superare questo periodo che ha minato la nostra sopravvivenza, relegandoci, chi in casa e chi in prima linea, ad affrontare una lotta continua contro gli eventi e le notizie avverse. Ognuno di noi ha cercato di superare le crisi personali con dei stratagemmi da eseguire in spazi ristretti che alla fine ci spingevano ad evadere, più con la mente che con il fisico.

È e sarà un’ottima ginnastica di pensiero, di cultura e di sano esercizio fisico per coloro che l’hanno fatto in casa, con libri, web e pochi attrezzi. Basta guardare nel web e molti personal trainer si sono offerti, gratuitamente, ad insegnare esercizi per rinforzare la muscolatura del corpo, ma soprattutto ad allungarla.

Voi, care amiche/i sapete benissimo che, con il protocollo del Progetto Benessere Fibromialgia e quello successivo delle Linee di indirizzo per la gestione della fibromialgia, abbiamo creato una varietà di esercizi che potete eseguire anche a casa.

Il primo consiglio è di non farli sul tappeto di casa, soprattutto a coloro che soffrono per la concomitante presenza di ernie lombari e cervicali.

Sarebbe opportuno eseguirli sul letto e non sul divano.

Per mettere in scarico la colonna lombare basta prendere i cuscini del divano, in posizione supina con cuscino adeguato per la cervicale, e metterli sotto le gambe, in maniera tale di raggiungere 70-80° all’incirca tra la colonna e l’anca e quest’ultima con il ginocchio (ricordatevi che l’angolo retto ha 90°). Rimanete in questa posizione di riposo per circa 10-15 minuti massimo.

Non dovete dimenticare di fare la ginnastica respiratoria compresa nei consigli dati da Alessandra mediante l’educazione comportamentale del movimento.

Ho visto i video con gli esercizi da fare a casa che troverete nel sito dell’A.M.R.E.R. e sono ben fatti.

È importante che voi troviate la volontà di eseguire questi esercizi, almeno 3 volte la settimana, (ad esempio i giorni dispari della settimana eccetto la domenica) per almeno 20 minuti.

Per quanto riguarda l’alimentazione, basterebbe seguire i consigli già dati alle Terme con la regola della dieta dissociata costituita da cinque pasti al dì:

  • Colazione
  • 1 frutto di stagione alle 10.30-11.00
  • Pranzo (1 primo + 1 piatto di verdura)
  • 1 frutto di stagione alle 16.00-16.30
  • Cena (1 secondo + piatto di verdura)

Ricordiamoci di bere acqua circa 1,5-2 litri d’acqua (anche sotto forma di tisane).

Da ricordare che la vitamina D si attiva con i raggi solari ed è sufficiente prendere un po’ di sole agli arti superiori per almeno 15-20 minuti senza avere lo schermo della finestra perché il vetro non fa passare i raggi ultravioletti responsabili a livello cutaneo dell’attivazione della vitamina stessa.

Per quanto mi riguarda, sto traducendo dal francese i libri, solo a titolo personale, che riguardano “Les chaines musculaires et articulaires – méthode G.D.S.” che vi racconterò quando ci rivredremo alle Terme. Dovete sapere che tra le 5 catene descritte abbinate pure alle logge energetiche della medicina tradizionale cinese, quelle maggiormente interessate dalla fibromialgia sono le catene AL (antero-laterali) e le catene AM (antero-mediane) rispettivamente loggia Metallo e loggia Terra.

Infine, come già sapete, in caso di necessità o per informazioni, mi potete scrivere alla mail delle terme.

Tanti cari saluti e a presto.
Dr. Lucio Favaro